Rapporto: Il settore lapideo italiano

lun 6 MAGGIO 2013
INDAGINE CONGIUNTURALE 2012

Ogni anno IMM elabora l´analisi sulla congiuntura grazie alla compilazione dei questionari da parte degli operatori nazionali del settore lapideo, delle tecnologie e dei comparti collaterali (utensili, abrasivi, servizi...). Il campione di studio 2012 è costituito da 248 aziende distribuite su tutto il territorio nazionale.
Tra i principali risultati  emerge che il 55,2% delle aziende intervistate dichiara un fatturato 2012 in calo rispetto al 2011 e  il 25,3%  delle aziende dichiara un fatturato stazionario. Il comprensorio Apuo-Versiliese riporta tuttavia dei risultati di esercizio migliori rispetto alla media nazionale.
Le aziende affermano che il calo del fatturato vendite deriva in particolare dalla contrazione della domanda interna. Il 65% delle aziende intervistate dichiara infatti un fatturato vendite Italia in diminuzione mentre la percentuale è minore (41%) se si considera il fatturato-esteroI dati sull’export nazionale per l’anno 2012 rilasciati dall’Istat nel mese di marzo risultano infatti decisamente positivi , ma sono le aziende medio-grandi ad esportare di più le quali rappresentano soltanto circa il 12% dell’universo lapideo nazionale.

Emerge inoltre il trend negativo degli investimenti che in parte deriva sicuramente dalle grandi difficoltà riscontrate dalle aziende nell’accesso al credito bancario. Nel nostro campione 106 aziende hanno richiesto un finanziamento a banche o altri istituti di credito. Di queste il 64,2%, costituito in prevalenza da micro-imprese con meno di 10 dipendenti, ha avuto difficoltà nell’accesso al credito.

Sul fronte occupazionale la variazione percentuale media della dimensione aziendale è praticamente nulla, ciò significa che se non si sono avute nuove assunzioni non sembrano esserci stati nemmeno licenziamenti di massa e questo potrebbe essere dovuto ad un massiccio ricorso alla cassa integrazione guadagni le cui ore autorizzate mostrano un trend costantemente in crescita dal 2006 ad oggi.